Eoin, dall’Irlanda a Volterra per amore della Toscana

Eoin
Eoin fa amicizia con i commercianti di Volterra

Un viaggio nella regione lo convince ad acquistare un appartamento nella città etrusca. “Di questo posto amo le colline, lo stile di vita e le persone”

Eoin visita la Toscana per la prima volta nel 2008 ed è amore a prima vista. Arriva in Italia grazie a un viaggio organizzato, grazie al quale può visitare le città più note, ma oltre a Firenze, Lucca e Siena si rende conto che c’è di più e si ripromette di tornare per esplorare i tanti borghi disseminati tra le colline. L’affetto per questa terra cresce e con la moglie decide di cercare una casa: la scelta ricade su Volterra, una città dalla storia millenaria proprio al centro della regione.

“Non avevamo mai sentito parlare di Volterra, lo ammetto”, spiega Eoin, “ma quel viaggio di ormai dieci anni fa ci fece desiderare subito di trovare un posto per noi in una delle città murate della Toscana”. Il modo in cui i due Irlandesi sono capitati qui può sembrare poco romantico, ma è il legame che hanno creato dopo con il paese che rende la loro storia degna di essere raccontata. Un po’ come chiudere gli occhi, girare il mappamondo e puntare il dito: Volterra era pressoché equidistante da molti punti interessanti della regione (mare incluso), era antica abbastanza, non troppo caotica e, a detta loro, nemmeno cara.

Per inaugurare la casa, Eoin e la compagna hanno preso un periodo sabbatico da lavoro, così da poter passare tutta l’estate in Toscana. Ogni giorno raccontano minuziosamente le loro avventure in un blog, per far sì che anche gli amici in Irlanda vivano in qualche modo le bellezze del territorio. “Questa città è così piena di storie nascoste; anche San Gimignano è altrettanto carina, ma credo che Volterra abbia decisamente un’anima più profonda. La gente è fantastica e noi siamo stati molto fortunati: siamo riusciti a conoscere alcuni ristoratori locali e qualche commerciante vicino casa, ma ci piacerebbe conoscere qualche cittadino comune. Andrà meglio quando migliorerò il mio italiano”.

blog di Eoin
Ecco come appare il blog di Eoin

Eoin e la moglie stanno vivendo appieno le iniziative volterrane, forse più degli stessi abitanti. Sono per esempio rimasti stregati dalla festa medievale, tanto da aver noleggiato un costume per sentirsi parte integrante dell’evento. “Anche Dublino, la città da cui veniamo”, mi spiega, “è medievale, ma non è rimasta molta evidenza di quell’epoca. È andato quasi tutto distrutto. La Toscana per questo ci viene incontro: mi sono segnato più di 100 borghi che voglio visitare”.

Quando gli chiedo se c’è qualcosa di Volterra che non gli piace, mi risponde curiosamente “la tassa in hotel”, ma scopro presto che non si riferisce a quella pagata tipicamente dai turisti per soggiornare in città. “Questa città si sveglia molto presto, alle 5 si cominciano già sentire auto e persone, ma poco male, perché sono un tipo mattiniero e ne approfitto per fare una bella passeggiata”.

Per tanti altri aspetti, Volterra è la sua città perfetta. “Sto utilizzando il mio tempo qui per concludere un libro che sto scrivendo. Andare via a ottobre sarà molto dura: in Italia abbiamo visitato la Sicilia, la Costiera Amalfitana, Roma e il lago di Garda, ma la Toscana ci cattura ogni volta”.

Se siete curiosi di leggere ciò che Eoin racconta della sua permanenza, vi basterà seguire il suo blog. Ricette, musei, paesaggi, sbandieratori e le temute scale di Docciola: di Volterra c’è proprio tutto.

Lascia un commento

Chiudi il menu