Di quando ho visto l’eternità dell’alabastro in una mostra

A Volterra, per la festa di San Luca, un'esposizione ha ricordato l'artigiano dell'alabastro Aulo Grandoli, tra video, foto e sculture

È stata inaugurata questa mattina, sabato 19 ottobre, nelle sale di Palazzo Minucci Solaini, la mostra Il Pupo. Memorie di un alabastraio. Dedicata ad Aulo Grandoli, uno degli artigiani più noti a Volterra, l’esposizione racconta vita e mestiere di questo personaggio recentemente scomparso.

Le sale suggestive dei sotterranei del palazzo storico ospiteranno fino al prossimo 25 ottobre una raccolta di memorie che non lascia certo indifferenti coloro che lo hanno conosciuto. In mostra, infatti, si trovano alcuni degli ultimi lavori dell’artigiano, compresa un’opera incompiuta che sembra aspettarlo proprio sul banco di lavoro dove era solito affaccendarsi. Alle pareti, una lunga serie di fotografie che con il loro bianco e nero hanno catturato e reso eterni attimi della quotidianità di Aulo Grandoli. Insieme a loro, anche frammenti di un documentario, realizzato dal giovane volterrano Enrico Coli. Con lui, insieme al Sindaco Santi e l’attore Gianni Calastri (per il Collettivo Distillerie), ci siamo collegati in diretta con Radio Robinson per la trasmissione del sabato mattina.

Di Enrico Coli e di come è nata la mostra ho parlato qui in un’intervista.

Chiudi il menu